Paroles officielles de la chanson «Usami» : Luca Dirisio

Albums :

Paroles officielles de la chanson "Usami"

Maledetto me che stò morendo
Per un attimo di vento
Perdo tutto in un momento
E proprio questo sono stanco
Di donare confidenza
A chi invece non ti pensa
E ti abbandona come merda
Tanto Luca è forte e regge
E non sa cos'è il rancore
Se ti va dagli un ceffone
Comunque meglio non chiamare
Anche se soffre come un cane
È un amico che non vale
Buono solo a cantare

Ma quante notti al caldo stretti stretti
Chiusi in una stanza
Senza uscite e pregiudizi
Solo con la voglia di star bene e divertirsi
Quella che vuoi tu.

Chorus: Usami, usami, usami quando vuoi
Usami, usami, usami.

Maledetto me che stò cedendo
Che sia un sogno o sia un intento
Son disposto a dimostrare
Cosa ho dentro e fino in fondo
Non mi abbasso a certi schemi
Per denaro o altri valori
L'importante è che io riesca
A stare in piedi anche domani
E non servirà un abbraccio
Basta e avanza il mio coraggio
E la ferma convinzione
Che sei il sole e non un raggio
Non si sa mai chi sarai
Se vincente o perderai.

E come dirlo allora che non serve
Darsi addosso e farsi male, male veramente
Quello che ti insegna e non ti fa capire niente
Rende inutili. Io non ci sono, adesso.

Chorus: Usami, usami, usami quando vuoi
Usami, usami, usami e dopo buttami.

Cursed me that stò dying for a moment of wind I lose all in a moment and just this is tired to donate confidenza to who instead does not think to you and it abandons to you as merda as well as Luca is strong and resists and it does not know cos' is the rancor if a slap goes you dagli however more better not to call also if it suffers as a dog is a friend who is not only worth bond to sing But how many tight nights to the warmth tightened sluices in a room without escapes and prejudgments single with it wants it of star and amusing that one well that you want. chorus: Usami, usami, usami when you want Usami, usami, usami. Cursed me that stò yielding that it is a dream or it is an attempt son disposed to demonstrate what I have within and fine in bottom I do not lower myself to sure outlines for money or other values the important is that I tomorrow succeed to be in feet also and he will not serve I embrace enough and advances my courage and the firm conviction that the six sun and a beam never does not know who will be if winning or will lose. And like saying it then that servants do not give themselves lean and make badly, badly truly what you standard and does not make to understand you nothing renders useless. I not am, now. chorus: Usami, usami, usami when you want Usami, usami, usami and after throws to me.

 
 


Facebook